Consigli per migliorare il tuo successo online

L’utente parte già prevenuto nei confronti degli annunci pubblicitari su Google, perché pensa sempre che vogliate raggirarlo: entrare in una landing page non gli costa nulla, ma quando si tratta di fare un’azione ecco che cominciano i dubbi. In questo senso, ogni azienda dovrebbe rivolgersi ad un esperto di landing page, che combini le strategie di advertising alla realizzazione di una landing page eccellente, mirata ad un alto tasso di conversione. Tale pagina, diversa da quella principale del sito, è da intendere come un volantino call to action, il cui scopo è spingere l’utente a compiere un’azione, come l’ingresso al sito o l’iscrizione alla newsletter. Ecco 5 consigli per sviluppare una landing page più efficace.

Uno slogan d’impatto

Essendo lo scopo della landing page realizzare un alto tasso di conversione da visita ad azione, è necessario realizzare una pagina di atterraggio chiara, con uno slogan leggibile, emozionale ma anche esplicativo. Il visitatore, infatti, vuole soluzioni al problema, e non pagine che ci girino intorno: starà alla bontà dello slogan conquistare l’attenzione dell’utente che, se convinto dal primo impatto, passerà alla lettura del testo informativo.

Guidare lo sguardo al pulsante di conversione

Un’azienda dovrebbe immaginare una landing page come lo strumento del processo di convincimento di un utente. Per questo motivo, ogni elemento dovrà convincere il visitatore a giungere allo step successivo: dal colore al testo informativo con le caratteristiche del prodotto o servizio: tutti elementi mirati a guidare lo sguardo fino al pulsante di conversione o al campo dove inserire dati ed email personali.

Concentrarsi su una sola azione

Non trattandosi di un sito web, l’errore più comune che si possa fare è pensare di inserire al suo interno inviti a più azioni. La landing page, invece, deve concentrarsi esclusivamente su una sola action, che si tratti di un ingresso al sito o di una newsletter.

Testare il funzionamento della pagina

Alle volte potrebbe capitare che, per un qualche errore di programmazione, la landing page non permetta all’utente di svolgere una precisa azione a causa di un errore tecnico. Proprio per questo, è sempre il caso di affidare la sua costruzione ad un professionista che sappia testarla.

Rivolgersi ad un esperto di Analytics

È sempre il caso di affidare la landing page all’esperto che si occupa di Analytics e, dunque, delle campagne pubblicitarie su Google. Così facendo, i due strumenti saranno sempre coordinati e frutto delle medesime strategie di marketing.