La camicia

La camicia è, e rimarrà, un pezzo di abbigliamento evergreen; cioè, sempre attuale ed intramontabile.

Non solo l’uomo, ma anche la donna, non può non avere all’interno del guardaroba una camicia, dal taglio classico da poter adattare ad ogni tipo di outfit.

È vero, per chi utilizza una camicia al giorno, non basta averne solo una ma ne servono almeno sette, così da poterle cambiare quotidianamente. Magari, non tutte le sette camicie possono essere di qualità elevata ma, almeno, tre su sette devono esserlo e, possibilmente, essere cucite a mano, così come lo sono le camicie in vendita sullo shop online Finamore.

Finamore è un brand storico e molto conosciuto nel settore e dagli amanti delle camicie di elevata qualità.

L’azienda Finamore nasce nel 1925 ed è cresciuta negli anni, passando di generazione in generazione. Ovviamente, nel corso di quasi un secolo di vita, sono cambiate molte cose in azienda: dalla piccola bottega artigianale, situata nel cuore del centro storico di Napoli, si è arrivati a realizzare una vera e propria azienda, che mixa la sartorialità del passato con l’utilizzo di macchinari nuovi e moderni, per realizzare le collezioni di camicie note a tutti gli amanti della moda di alto livello.

Ovviamente, i pezzi ‘forti’ sono le camicie classiche dai colori basici come il bianco, l’azzurro e la fantasia a righe sottili bianche ed azzurre. Questi tre colori, infatti, sono quelli che è più facile abbinare, in quanto estremamente versatili, e che riescono a rendere perfetto sia un look più classico che un outfit più casual.

Infatti, la camicia bianca sta benissimo sotto un completo elegante con giacca e pantalone in pendant ma, allo stesso tempo, è perfetta con un outfit più informale come quello composto da giacca e jeans, oppure da maglione a girocollo oppure a scollo a ‘v’ con sotto un pantalone più formale. Ma non solo, la camicia bianca da un tocco di stile se la si indossa da sola, sopra un jeans.

C’è persino chi, la camicia bianca, la indossa sopra il costume da bagno per andare al mare; è perfetta, infatti, sia per l’uomo che per la donna che può utilizzarla a mo di copricostume.

Magari, la camicia da indossare in spiaggia può essere scelta anche di una qualità inferiore… a meno che non si frequenti un posto di mare di lusso come Dubai o qualche rinomata isola.

Sullo shop online Finamore è possibile scegliere tra le camicie ‘continuative’ e le camicie per la stagione in corso; ovviamente, per ogni stagione dell’anno esce una nuova collezione, che coniuga la tradizione sartoriale del brand con le tendenze moda del momento.

Nella collezione di camicie ‘continuative’ si possono trovare varie tipologie in più colori, ovviamente l’intramontabile bianco, il blu, l’azzurro, il grigio e tantissimi altri colori; tutte le camicie hanno sia il taglio classico che la linea slim fit, visto che ci sono uomini che preferiscono una camicia dalla vestibilità un po’ più larga ed altri che preferiscono una camicia più aderente.

La collezione della stagione in corso, ogni anno, come abbiamo già detto, mixa tradizione e tendenze fashion: si possono trovare tessuti attuali, i colori moda, colletti classici ma anche alla ‘coreana’, fantasie jacquard; insomma, qualunque tipo di camicia che permette di essere trendy in ogni momento della giornata.

I benefici della doccia

Finalmente la primavera è arrivata e, come tutte le nuove stagioni, porta voglia di cambiamento!

Le stagioni calde, come l’estate e la primavera appunto, hanno dei vantaggi rispetto alle stagioni fredde, come l’inverno e l’autunno, poiché permettono di svolgere dei lavori in casa, sia perché le giornate si allungano e sia perché la temperatura calda permette di far arieggiare gli ambienti in cui si lavora.

Se hai voglia di rinnovare il tuo bagno questo è il momento perfetto, e se vuoi anche acquistare prodotti di qualità ma a prezzi convenienti per la tua stanza da bagno dai un’occhiata allo shop online https://www.idroclic.it/

Se ad esempio, hai una cabina doccia un po’ datata è la prima cosa che dovresti pensare di rinnovare e di cambiare.

Perché proprio la cabina doccia?

Il motivo è che la cabina doccia è uno dei sanitari più utilizzati e, con l’arrivo della bella stagione, lo è ancora di più.

Con il caldo, infatti, si fanno almeno due docce al giorno: una doccia la mattina quando ci si sveglia ed una doccia la sera, al rientro da una lunga giornata fuori casa.

Quello della doccia, infatti, è uno dei momenti più rilassanti della giornata: la mattina dà la carica per svegliarsi ed affrontare tutti gli impegni previsti, la sera dona molto relax al corpo ed alla mente.

Inoltre, d’estate soprattutto (sarebbe meglio anche durante l’inverno) si consiglia sempre di fare la doccia alternando getti d’acqua calda con getti d’acqua fredda.

Perché fare la doccia alternando getti d’acqua calda con getti d’acqua fredda?

Il motivo è che questa alternanza di temperature è un toccasana per più cose:

–         Migliora la circolazione sanguigna

–         Da più tonicità ai tessuti

–         Aiuta a contrastare la pelle a buccia d’arancia (nota come cellulite)

Ovviamente, per raggiungere questi tre obiettivi bisogna essere molto costanti, e alternare i getti d’acqua calda con i getti d’acqua fredda ogni giorno.

Farlo una volta ogni tanto, infatti, non porterà alcun giovamento a lungo termine, ti farà sentire meglio solo al momento, soprattutto se fa molto caldo e senti le gambe gonfie e pesanti.

Sotto la doccia, se ci tieni a migliorare la tua pelle, ti consigliamo di fare un esfoliante almeno due volte alla settimana; in questo modo, eliminerai tutte le cellule morte della pelle del tuo corpo, che così si rigenererà.

Dopo la doccia consigliamo sempre, inoltre, di idratare la pelle con una crema corpo nutriente ma, attenzione, la pelle non deve essere completamente asciutta ma umida: quindi tampona il corpo con una salvietta, poi passa la crema, infine indossa il tuo accappatoio ed esci dalla doccia.

Se, quotidianamente, seguirai questi passaggi ti ritroverai una pelle bella e tonica.

Come si compone la tua beauty routine?

Ne segui una in particolare?

Sei costante oppure no?

Fai la doccia in maniera veloce e non hai tempo di prenderti cura di te?

Condividi la tua esperienza con noi!

Il corredino primaverile per bambini

La bella stagione finalmente si avvicina!

Dopo il freddo, la pioggia ed il vento di questi ultimi mesi la primavera sta sbocciando e, con essa, la voglia di cambiare… anche il guardaroba.

Anche i neonati o i bambini che hanno qualche mese o pochi anni necessitano di vestiti adeguati alle temperature più calde, e sullo shop online Pescatore Home ci sono tantissimi prodotti per il corredino dei bambini e delle bambine.

Per la primavera, infatti, è giusto utilizzare tessuti più leggeri rispetto a quelli invernali ma solo di giorno; la sera, ovviamente, è meglio vestire i bambini con capi più caldi.

Sul web non è facile trovare shop online che vendono prodotti di qualità a prezzi convenienti, invece Pescatore Home propone marche di elevata qualità a prezzi davvero competitivi.

È possibile trovare di tutto per creare un corredino completo, su Pescatore Home: si vendono tutine, completini spezzati, scarpine, cappellini ed anche copertine.

Le copertine, ad esempio, sono un vero e proprio ‘jolly’ perché sono utili per coprire i bambini quando fa freddo, ma non si ha modo di poter cambiare l’abbigliamento che indossano.

Inoltre, sul sito di Pescatore Home c’è la possibilità di pagare gli acquisti anche a rate; infatti, il sistema Pagantis permette una rateizzazione dell’importo totale dell’ordine, così da non dover pagare tutto e subito.

Il pagamento a rate è davvero una grande opportunità, poiché in questo modo si può andare incontro a chi ha necessità di acquistare prodotti utili ma non può pagare importi elevati subito.

In realtà non c’è un limite di prezzo o un minimo di spesa, Pagantis può essere utilizzato per qualsiasi importo.

Inoltre, i prodotti acquistati con il pagamento rateizzato fornito da Pagantis arrivano subito; cioè hanno le stesse tempistiche di spedizione di quelli acquistati con contrassegno, bonifico bancario o pagamento tramite carta di credito o debito.

È giusto fornire a qualunque genitore la possibilità di vestire il suo bambino con capi nuovi e belli, e grazie a Pagantis questo è possibile.

Non dimentichiamoci che è importante il guardaroba ma anche la biancheria per la culletta o il lettino; questo tipo di biancheria va cambiata spessissimo quando i bambini sono piccoli, altrimenti potrebbero formarsi polvere ed acari che genererebbero reazioni allergiche o, addirittura, sfoghi cutanei sulla pelle delicata dei bimbi.

Utilizzare tessuti di qualità, sia per quanto riguarda l’abbigliamento che la biancheria di lettino e culletta, è fondamentale soprattutto quando i bambini sono ancora molto piccoli.

Sono molti i bambini che, infatti, hanno crisi respiratorie o allergie causate da tessuti di bassa qualità; bisogna essere attenti e non fare indossare ai bambini roba scadente.

Mi raccomando, per i vostri bambini solo tessuti di qualità! Non bisogna pensare a risparmiare, altrimenti i bambini potrebbero essere danneggiati e questo non sarebbe affatto giusto.

Smart working: pro e contro

Nell’ultimo anno si è sentito parlare molto di smart working, detto anche lavoro agile.

La pandemia causata dalla diffusione, ancora in atto purtroppo, del Covid 19 ha visto molti lavoratori costretti a stare a casa e continuare a svolgere il proprio lavoro senza potersi recare in ufficio.

Lo smart working si può svolgere tranquillamente da casa, basta avere una connessione alla rete internet ed un personal computer come quelli in vendita sullo shop online Haxteel.eu.

Sul ‘lavoro agile’ vengono scritti molti articoli e le discussioni sono tante, c’è chi si dichiara assolutamente favorevole, chi decisamente contrario e chi rimane nel mezzo, sostenendo che la scelta migliore sia lavorare un po’ in smart working ed un po’ in presenza in ufficio.

Proviamo, quindi, ad esaminare i pro ed i contro dello smart working.

I lati positivi dello smart working, secondo chi lo fa, sono questi:

–         Evitare di perdere molto tempo della propria giornata nei mezzi pubblici o in macchina, per raggiungere il posto di lavoro. Un minor numero di viaggi e di movimenti delle persone, può contribuire ad abbassare l’inquinamento globale.

–         Utilizzo del bagno di casa propria. Si sa, i bagni condivisi, soprattutto negli uffici sono luoghi piuttosto sporchi, proprio perché utilizzati da più persone. Inoltre, condividere un posto estremamente intimo come un bagno, in periodo di pandemia, potrebbe essere molto pericoloso.

–         Essere più riposati, proprio perché quell’ora di viaggio per raggiungere l’ufficio e, viceversa, l’ora di viaggio per raggiungere la propria abitazione, può essere utilizzata per riposare così da essere più attivi e concentrati mentre si lavora.

–         Si mangia più sano, perché si può cucinare a casa propria. Quando si mangia in ufficio o si ha una pausa pranzo breve, si mangia sempre veloce e non in maniera corretta: i panini ed i tramezzini sono i pasti più gettonati.

I lati negativi dello smart working, secondo molti lavoratori, sono i seguenti:

–         Manca un confronto diretto con i colleghi, soprattutto se si lavora in contesti in cui la collaborazione è fondamentale; ovviamente, si possono anche fare delle riunioni tramite pc ma non è la stessa cosa di farle dal vivo.

–         Chi fa smart working ma ha altri componenti della famiglia che sono in casa ha difficoltà a lavorare bene. Questo è, soprattutto, un problema di chi è genitore: gestire i figli che fanno Didattica a distanza (DAD) e, allo stesso tempo, lavorare è faticoso. Chi deve fare il genitore ed il lavoratore nello stesso momento, ha difficoltà a svolgere il proprio lavoro come si deve, perché tende a distrarsi. Ovviamente, questo è un problema solo legato alla pandemia; altrimenti, chi lavora da casa ma non ha ‘elementi di disturbo’ svolge i suoi impegni come si deve.

C’è anche chi sostiene che una via di mezzo potrebbe essere la soluzione migliore, cioè: lavorare metà settimana in ufficio e metà settimana da casa, così da poter ottenere i benefici sia dello smart working che del lavoro in presenza.

Tu cosa ne pensi?

Meglio lo smart working, il lavoro da casa oppure fare metà uno e metà l’altro?

Gennaro Gattuso: l’allenatore del Napoli calcio

Quando si parla o si scrive di calcio si tende a focalizzarsi sempre sui calciatori perché, effettivamente, sono loro che scendono il campo e giocano la partita.

Ma chi sta dietro ai calciatori?

Chi li allena?

Chi decide quale sarà lo schema che devono seguire in campo?

Ovviamente, l’allenatore.

L’allenatore del Napoli calcio è il famosissimo Gennaro detto Rino, e detto anche ‘Ringhio’, Gattuso, clicca qui per saperne di più.

Gennaro Gattuso, nella sua lunga carriera calcistica, ha giocato in molte squadre importanti, quella più prestigiosa e famosa è stata il Milan, da lui definita sempre come una seconda famiglia. Con il Milan ha raggiunto traguardi importanti e prestigiosi, a Milano Gennaro Gattuso è cresciuto tanto sia come professionista che come uomo.

Ringhio, detto così perché quando si arrabbiava in campo sembrava quasi ringhiare, è un uomo dalle origini umili; è nato in Calabria, precisamente in una piccola cittadina di mare che si chiama Schiavonea di Corigliano Calabro, dove la sua famiglia vive ancora. Molti dei suoi ‘nemici’ in campo non capivano cosa dicesse quando, appunto, ‘ringhiava’; probabilmente, parlava in dialetto coriglianese così da non farsi comprendere. Ahahah!

Gennaro Gattuso è molto legato alla sua terra ed ai suoi abitanti, appena possibile torna lì con sua moglie ed i suoi figli, anche per stare accanto ai suoi genitori.

Per dimostrare l’amore verso Schiavone di Corigliano Calabro, Rino Gattuso ha aperto proprio lì un’azienda ittica per dare delle opportunità lavorative a molte delle persone disoccupate che abitano quel territorio dove, purtroppo, la possibilità di trovare un lavoro è davvero molto bassa.

In questo modo Gennaro Gattuso ha fatto del bene a tante famiglie in difficoltà, non intaccando la loro dignità facendo della carità, ma offrendo loro un lavoro.

L’azienda ittica non è l’unica opera di bene ha fatto per le persone della sua terra, Gennaro Gattuso ha anche creato una fondazione, ”Forza ragazzi”, per dare supporto agli adolescenti calabresi meno fortunati.

Da pochi anni Gennaro Gattuso si è avvicinato alla sua amata Calabria, visto che adesso lavora e vive in Campania allenando, appunto, il Napoli calcio.

Anche a Napoli è riuscito subito a farsi amare da tutti i tifosi partenopei, dai calciatori della squadra che allena ed anche dal presidente De Laurentiis.

Gennaro Gattuso allena il Napoli calcio con ‘anema e core’ e questo lo hanno capito tutti: non solo i tifosi ma anche chi lavora con lui. Inoltre, lo scorso maggio, tutto l’impegno messo nell’allenare la squadra partenopea è stato premiato con la vittoria della Coppa Italia proprio con la Juventus allenata, al tempo, da Maurizio Sarri che non è ben visto dal popolo napoletano.

Grazie a Gennaro Gattuso il Napoli calcio sta ottenendo delle importanti soddisfazioni.

Tutto ciò fa sì che Gennaro Gattuso sia amato dal popolo di Napoli.

In fondo i napoletani sono in grado di dare tanto affetto, ma lo danno solo a chi lo merita… e il grande Ringhio è riuscito a farsi amare anche da loro!